ARCHIVI Sistema Informativo degli Archivi di Stato
Log In Segnalibri
home | credits | il progetto | Aiuto Compl. documentari Vai alla consultazione complessi documentari | Sogg. produttori Vai alla consultazione soggetti produttori | Strumenti di ricerca Vai alla consultazione del catagolo degli strumenti di ricerca | Inventari on line Vai alla consultazione degli inventari on line
Ricerca Aiuto
 Ambito: questo istituto
Complessi documentari  
Denominazione:
Estremi cronologici:
anno da a
dal secolo
al secolo
 
Indietro Torna indietro Inserisci segnalibro Inserisci segnalibro Compl. documentari in questo istituto Vai a struttura complessi documentari in questo istituto
Scheda informativa Complesso documentario  
Sei in:  Archivio di Stato di Belluno > Censo stabile attivato di Belluno
Istituto di conservazione: Archivio di Stato di Belluno
Denominazione: Censo stabile attivato di Belluno
IT-ASBL-F180900044
Altre denominazioni:
Catasto austro-italiano
Estremi cronologici: 1849-1956
Consistenza: 18179 di cui 2057 regg., 624 fascc. e 15498 mappe
Soggetti produttori:
Ufficio provinciale per il censo di Belluno
Ufficio tecnico di finanza di Belluno
Agenzia del territorio di Belluno, già Ufficio tecnico erariale, già Ufficio del catasto
Intendenza di finanza di Belluno
Giunta per il censimento di Milano
Strumenti di ricerca:
 Catasto Austro-Italiano Inv Inv PDF
Sottolivelli:
Catastini
Mappe
Partitari
La documentazione del Censo stabile attivato (1849-1956) - comunemente, ancorché impropriamente, denominato Catasto austro-italiano - è stata versata in buona parte dall'Ufficio tecnico erariale di Belluno nel 1988. Nel suo nucleo originario e omogeneo il fondo si riferisce a 66 comuni amministrativi (306 censuari) della provincia di Belluno. Si tratta della documentazione successiva all'attivazione del Censo stabile (1849) e relativa alla sua conservazione ad opera delle Amministrazioni catastali austriaca ed italiana, fino al 1956. Il fondo si compone di 315 registri catastali (catastini) e 1742 libri partita (partitari di prima e seconda serie, se presenti, poiché alcuni censuari presentano una serie unica di partitari, dal 1858 al 1953), per complessivi 2057 regg., di circa 15.498 fogli di mappa e di 624 repertori di mappa; è ordinato progressivamente con riferimento al numero del comune censuario. Le rubriche originali sono da ritenersi tutte perdute. Per approfondimenti si visualizzi link.
Bibliografia: A. MESSEDAGLIA, Il catasto e la perequazione. Relazione parlamentare, nuova edizione a c. di L. Messedaglia, Bologna, 1936; M. BERENGO, L'agricoltura veneta dalla caduta della Repubblica all'Unità, Milano, 1963, pp. 25-63; E. TONETTI, capitolo Catasti della voce Archivio di Stato di Venezia, in Guida generale degli Archivi di Stato italiani, IV, Roma, Ministero per i beni culturali e ambientali. Ufficio centrale per i beni archivistici, 1994, pp. 1070-1077; Archivio di Stato di Belluno, a cura di G. MIGLIARDI O' RIORDAN, con la collaborazione di L.A. DE LUCA, S. MISCELLANEO, Viterbo, 2001, p. 24; E. TONETTI, I catasti per la storia della proprietà, del regime agrario e delle mutazioni territoriali, in "Protagonisti", XXIII (2003), n. 84, pp. 113-135.
Altre risorse
sul web:
http://www.archivi-sias.it/documenti/ASBL/sistinf/CATASTO AUSTROITALIANO_arch.pdf

Indietro Torna indietro Inserisci segnalibro Inserisci segnalibro Compl. documentari in questo istituto Vai a struttura complessi documentari in questo istituto